Impianto Straumann con rigenerazione ossea (GBR) mediante Bio-Gide e Bio-Oss

Impianto Straumann con rigenerazione ossea (GBR) mediante Bio-Gide e Bio-Oss

CASO COMPLESSO MULTIDISCIPLINARE RISOLTO CON UN TRATTAMENTO DI ORTODONZIA ESTETICA ED INVISIBILE,E CON UN TRATTAMENTO IMPLANTARE CONTESTUALE AD UNA RIGENERAZIONE OSSEA.

ENGLISH VERSION



Questo che oggi vogliamo presentare è un caso di implantologia associata a GBR contemporanea ad un approccio ortodontico.Si tratta di un caso complesso di terapia implantare associata a rigenerazione ossea guidata mediante l’utilizzo di una membrana di tipo riassorbibile Bio-gide ed un innesto di osso autogeno misto a Bio-oss. Contemporaneamente è stata eseguita una ortodonzia di tipo estetico con attacchi in ceramica e microviti all’arcata superiore e di tipo invisibile senza attacchi mediante l’utilizzo di retainer preattivati all’arcata inferiore.

La prima cosa importante da dire è che è molto importante in campo rigenerativo il tipo di membrana utilizzata.
Sappiamo oggi che solo una membrana non riassorbibile in Gore-tex può garantire un risultato predicibile nelle rigenerazioni ossee complesse.
Mentre solo nei casi più semplici e con un buon potenziale rigenerativo possiamo utilizzare membrane riassorbibili opportunamente stabilizzate.

Per la stabilizzazione di membrane riassorbibili ci si può avvalere oggi di chiodini riassorbili (Resor Pin, Geistlich), oppure possiamo utilizzare artifici come l’apposizione di cerottini di membrana ritagliati, come consigliato dal Prof. Massimo Simion, oppure forando la membrana stabilizzandola al collo dell’impianto.

Nel caso in questione il paziente, giunto alla nostra osservazione, riferisce la presenza di ascessi ripetuti in zona 14; Presenta, inoltre, prima classe molare e canina destra e sinistra con morso profondo ed affollamento dentario inferiore.
Impianto Straumann con rigenerazione ossea (GBR) mediante Bio-gide e Bio-oss
Biogide

Bio oss
Viene riscontrata una frattura radicolare verticale del primo premolare superiore di destra in cui era presente un perno moncone fuso in oro ricoperto da una corona in oro-ceramica; pertanto si rende necessaria l’estrazione del 14.
Per risolvere le problematiche ortodontiche, vengono utilizzati all’arcata superiore degli attacchi vestibolari in ceramica con delle microviti per velocizzare l’apertura del morso. All’arcata inferiore la terapia è stata effettuata con l’utilizzo dei pre-actived retainers, mediante i quali è stata espansa la regione intercanina ed è stato allineato il gruppo frontale inferiore.Mini vite
Vite ortodontica
Retainer
Retainer attivo linguale
Retainer ortodontico
La scelta di utilizzare attacchi all’arcata superiore é dettata dalla necessità di mantenere un guscio provvisorio in posizione 14. Tale guscio è ancorato al filo ortodontico mediante una legatura metallica. Per controllare la rotazione del guscio è stata effettuata una legatura continua da 13 a 15 alternando il senso di rotazione mesialmente e distalmente al provvisorio.

Oggi, come vedremo anche nei prossimi articoli in questo blog, abbiamo ovviato a questo problema utilizzando anche in mancanza di elementi dentari dei fili ortodontici rigidi linguali per sostenere i provvisori, per poter eseguire una terapia ortodontica linguale senza attacchi anche in questi casi.
Impianto ortodonzia
A 12 mesi dall’estrazione si procede all’inserimento di un impianto in zona 14.
Viene effettuata un’ incisione intrasulculare con taglio di rilascio mesiale al canino estesa distalmente fino al molare.

Un taglio così ampio si rende necessario perché è stata programmata una GBR contestualmente all’inserimento dell’impianto.
Riscontriamo infatti, all’apertura del lembo, un notevole deficit osseo vestibolare. Una GBR con membrane riassorbibili di tale lesione è altamente predicibile per la presenza di picchi ossei mesiali e distali al sito da rigenerare che stabilizzano il coagulo al di sotto della membrana e favoriscono la rigenerazione.

Per preservare la maggior quantità di osso possibile, il sito implantare viene preparato quasi esclusivamente mediante l’utilizzo di espansori manuali.
Straumann
Impianto Straumann
Impianto Bio-gide



Servendoci di un grattino per osso (Micross Meta), preleviamo, nella stessa zona dell’intervento, apicalmente all’impianto, osso corticale particolato che utilizzeremo in fase di rigenerazione.

Inseriamo un impianto cilindrico ITI Straumann a vite piena Regular Neck 3,3 Ø x 10mm.

L’utilizzo di impianti Straumann di diametro ridotto, pur discostandosi dal protocollo clinico approvato nel Consensus ITI del 2000 (Clin. Oral Impl. Res. 2000), è stato dettato dal grave riassorbimento osseo orizzontale.

A tale proposito recentemente il gruppo di ricerca di Mericske-Stern ha dimostrato in uno studio prospettico a 10 anni che l’utilizzo di impianti Straumann a diametro ridotto può essere considerato predicibile con un tasso di successo cumulativo a 5 anni del 98,7% allorquando vengono osservate procedure cliniche corrette e realizzate architetture protesiche adeguate.



A causa della ridotta quota ossea in senso vestibolo-palatale, abbiamo ottenuto una fenestrazione nella zona apicale dell’impianto,ed una piccola deiscenza quasi filiforme a livello del collo dell’impianto.

Effettuiamo quindi una rigenerazione ossea guidata (GBR) utilizzando l’osso autologo prelevato in precedenza mescolato al 50% con Bio-oss (Geistlich).
In tal modo l’osso autologo ci garantisce la massima osteoconduttività e osteoinduttività dell’innesto, mentre i granuli di Bio-oss, che non vengono riassorbiti dall’organismo, fungono da impalcatura per la formazione di nuovo osso e soprattutto ne evitano il riassorbimento secondario tipico dell’osso rigenerato.
Il tutto è stato poi ricoperto da una membrana riassorbibile in collagene Bio-gide.

Per favorire la stabilità della membrana sull’innesto ed evitare in questo modo qualunque micro-movimento della stessa, effettuiamo un opercolo di 4 mm sulla membrana che ci permetterà di fissarla e stabilizzarla al collo dell’impianto.

Preleviamo poi del connettivo dal lembo palatale che andiamo a suturare al di sotto del lembo vestibolare. Questo accorgimento, oltre a correggere il deficit vestibolare, ci permette di andare a modificare il biotipo gengivale, assicurandoci una maggiore stabilità dei tessuti molli a lungo termine.
Membrana Biogide







Dopo aver mobilizzato il lembo vestibolare con un taglio al periostio, viene effettuata una sutura a punti staccati in poliestere intrecciato 4.0 della Hu Friedy.


Straumann SLA
A 6 mesi dall’intervento l’impianto viene caricato con un provvisorio che ha il compito di condizionare i tessuti molli peri-implantari.
Il condizionamento dei tessuti, e la realizzazione del manufatto definitivo verrà ampiamente documentato in un prossimo articolo che tratterrà la parte protesica del caso.
Leva ortodonzia
Impianto ortodontico
Vite guarigione
Vite Straumann
Moncone Straumann
Provvisorio
Trattamento implantare
Corona Capsula

Bibliografia

  1. Esposito M, Grusovin MG, Worthington HV, Coulthard P.Interventions for replacing missing teeth: bone augmentation techniques for dental implant treatment.Cochrane Database Syst Rev. 2006 Jan 25;(1):CD003607.
  2. Simion M, Jovanovic SA, Tinti C, Benfenati SP.Long-term evaluation of osseointegrated implants inserted at the time or aftervertical ridge augmentation. A retrospective study on 123 implants with 1-5 year follow-up.Clin Oral Implants Res. 2001;12(1):35-45.
  3. Evian CI, Al-Momani A, Rosenberg ES, Sanavi F.Therapeutic management for immediate implant placement in sites with periapicaldeficiencies where coronal bone is present: technique and case report.Int J Oral Maxillofac Implants. 2006;21(3):476-80.
  4. Becker W, Dahlin C, Lekholm U, Bergstrom C, van Steenberghe D, Higuchi K,Becker BE.Five-year evaluation of implants placed at extraction and with dehiscences andfenestration defects augmented with ePTFE membranes: results from a prospectivemulticenter study.Clin Implant Dent Relat Res. 1999;1(1):27-32.
  5. Hallman M. A prospective study of treatment of severely resorbed maxillae with narrow non submerged implants: results after 1 year of loading. Int J Oral Maxillofac Implants 2001; 16(5): 731-736.
  6. Zinsli B, Sagesser T, Mericske E, Mericske-Stern R. Clinical evaluation of small-diameter ITI implants: a prospective study. Int J Oral Maxillofac Implants 2004; 19(1): 92-99.
  7. Cehreli MC, Akca K. Narrow-diameter implants as terminal support for occlusal three-unit FPDs: a biomechanical analysis. Int J Periodontics Restorative Dent 2004; 24(6): 513-519.
  8. Batenburg RH, Meijer HJ, Raghoebar GM, Vissink A. Treatment concept for mandibular overdentures supported by endosseous implants: a literature review. Int J Oral Maxillofac Implants 1998; 13(4):539-545.
  9. Ferrigno N, Laureti M, Fanali S, Grippaudo G. A long-term follow-up study of non-submerged ITI implants in the treatment of totally edentulous jaws. Part I: Ten-year life table analysis of a prospective multicenter study with 1286 implants. Clin Oral Implants Res 2002; 13(3): 260-273.

Per informazioni:

zerodonto@gmail.com

Impianto Straumann con rigenerazione ossea (GBR) mediante Bio-Gide e Bio-Oss ultima modifica: 2008-01-23T01:07:00+00:00 da Fabio Cozzolino
 

24 Commenti

maio

about 10 anni ago

veramente bel caso.certo non è facile da gestire una rigenerazione ossea con questo tipo di membrana contemporaneamente ad un innesto di connettivo.La biogide è tutt'altro che adesiva rispetto a quello che dice la casa e tende sempre ad andarsene da tutte le parti.sono curioso di vedere il risultato definitivo.

Rispondi

Moderatore Futurimedici.it

about 10 anni ago

Bello il modo di stabilizzare la membrana sul collo dell'impianto. Bellissima l'iconografia. complimenti

Rispondi

Anonymous

about 10 anni ago

La conservativa è migliorabile. Peccato il caso così da superbo diventa mediocre.

Rispondi

Anonymous

about 10 anni ago

Gli autori hanno specificato che il caso è ortodontico e chirurgico. Magari i restauri conservativi sono pregressi. Nella mia pratica clinica, non sempre i pazienti accettano di sostituire un restauro esclusivamente per un problema estetico in un settore latero-posteriore!!!

Rispondi

ale

about 10 anni ago

Che bell'idea aprire questo blog, vi seguirò con interesse! Blog odontoiatrici ne avevo già visti, ma quelli "clinici" sono rari..Inizio con sottoscrivere gli rss!

Rispondi

bisatti

about 10 anni ago

Complimenti vivissimi. La qualità che ci mostrate è veramente alta e mi rendo conto di quanto sia difficile conciliare il proprio lavoro con la passione e l'impegno che un blog del genere deve generare.

Rispondi

Anonymous

about 10 anni ago

personalmente il restauro radiograficamente sembra buono. La chirurgia invece è pulitissima.complimenti

Rispondi

Paolo Mastrangelo

about 10 anni ago

Complimenti per le foto e la civile disponibilità a ricevere suggerimenti... 1. 3,3 x10 ITI? Troppo piccolo, c'era molto osso in alto...aumentate il magazzino! 2. l'osteotomia l'avrei fatta con meno frese e più osteotomi di vario tipo, con correzione dell'asse imp e forse no deiscenza, oltre ad altri vari vantaggi 3. ottimo l'innesto connettivale sopra la GBR, ma io lo avrei preso un pò più lontano dall'imp Continuate a postare, il vs entusiasmo fa bene a tutti noi del sud (...contro abusivi&prestanome)Paolo Mastrangelo - Bari

Rispondi

Fabio Cozzolino

about 10 anni ago

Oggi è stato dimostrato che lo scarico delle forze occlusali su di un impianto osteointegrato avviene per circa 6 mm.Pertanto inserire impianti più lunghi di dieci mm risulta inutile a meno che non si debba cercare una stabilità primaria che in questo caso c'era.Anche con impianti più piccoli poi uno studio longitudinale basato su evidenze cliniche e radiografiche con follow-up a 7 anni ha confrontato successo e sopravvivenza di impianti a diametro ridotto e standard. Gli autori hanno dimostrato che né il Cumulative Survival Rate né il Cumulative Success Rate tra impianti a diametro ridotto ed impianti standard hanno mostrato differenze statisticamente significative. 1) Romeo E, Lops D, Amorfini L, Chiapasco M, Ghisolfi M, Vogel G. Clinical and radiographic evaluation of small-diameter (3.3-mm) implants followed for 1-7 years: a longitudinal study. Clin Oral Implants Res. 2006 Apr;17(2):139-48. 2) Dilek OC, Tezulas E. Treatment of a narrow, single tooth edentulous area with mini-dental implants: a clinical report. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol Endod. 2007 Feb;103(2):e22-5Per quanto riguarda la preparazione del sito implantare, come è stato scritto nell'articolo, non sono state utilizzate frese ma esclusivamente espansori manuali con diametro crescente aventi una differenza di diametro tra un espansore e l'altro di soli 0,2 mm (espansori META).Per l'innesto di connettivo infine se lo spessore del lembo lo permette è più conservativo prelevarlo dallo stesso sito chirurgico anzich'è sottoporre il paziente all'apertura di un nuovo sito chirurgico.

Rispondi

Giuseppe Cannizzaro

about 10 anni ago

complimenti per il caso.Anche ora alla Sidp hanno confermato che l'utilizzo di impianti corti non dà problemi e hanno medesimo successo rispetto ad impianti lunghi.Perchè a questo punto continuare ad usare impianti lunghi?

Rispondi

Paolo Mastrangelo

about 10 anni ago

Ti replico con piacere, anche se un post con "anonimi" non mi piace...meglio odontoline... 1> i lavori clinici da te citati sono...poca cosa rispetto alla clinica "experienced based" di tantissimi grandi implantologi...tipo Misch...io aspetterei una revisione seria alla Esposito; e poi le ditte stanno spingendo i "corti" per ovvi motivi; in effetti però gli straumann classici bisogna considerarli compreso il collo di 2.8/1.8 macchinato se vengono affondati...quindi siamo qui 10 + 2.8...però i famosi 6 mm qui avrebbero una assenza di bic proprio nei primi 3mm dei 6...tanto importanti a lungo termine 2> "espansori" meta..., come i sentineri, secondo me hanno una azione + erosiva che compattante o dislocante rispetto agli osteotomi di varie fogge o miniscalpelli e non consentono la correzione dell'asse imp; 3> intendevo stessa sede palatale...solo allontanandosi un pò cmq ancora complimenti, hai grande lucidità... salutami il "tuo maestro" e mio grande amico Enzo Vaia, grande esempio di altruismo ed umiltà.Paolo Mastrangelo

Rispondi

Giuseppe Cozzolino

about 10 anni ago

Volevo solo precisare che, essendo un blog, abbiamo voluto che tutti potessero partecipare alle discussioni senza bisogno di dover registrarsi. Proprio per questo motivo è possibile che qualcuno decida di non firmarsi. Il paragone con odontoline (su cui anche diversi componenti del blog postano con regolarità) mi sembra un pò azzardato, visto anche le profonde differenze tra i siti. Per quanto riguarda l'interessante discussione sugli impianti corti mi chiedo: "ma un impianto di 10 mm può essere definito corto?". Alla SIdP si parlava di impianto corto sotto gli 8 mm. Sono d'accordissimo con il dott. Mastrangelo che bisogna attendere una bella revisione della letteratura e qualche studio randomizzato controllato (magari multicentrico) prima di poterci esprimere con certezze su questo argomento. EBD prima di tutto!!!

Rispondi

Mario Rossi

about 10 anni ago

Mi scuso preventivamente con tutti i partecipanti a questo blog in quanto il mio intervento sarà, forse, un po' più lungo della media. Sono un libero professionista che esercita in Roma ma, nel mio piccolo, cerco di tenermi aggiornato leggendo e frequentando congressi. Innanzitutto, complimenti per il blog: commentare in positivo o negativo è sempre utile per il confronto. Anche il tono, tuttavia, dovrebbe essere adeguato... A tal proposito, mi domandavo se il collega MASTRANGELO, tanto amico del Dr. Vaia del quale, tuttavia, non mi sembra condiveidere "l'umiltà", sia attento a quanto scrive il Prof. Misch, che lui stesso cita e stima. Già nel 2005, il medesimo Prof. Misch ha pubblicato una interessantissima revisione della letteratura (Misch CE. Short dental implants: a literature review and rationale for use. Dent Today. 2005 Aug;24(8):64-6.), riportando un tasso di sopravvivenza degli impianti da 7 mm a 5 anni pari al 99%. Probabilmente, tuttavia, ha voluto, poi, verificare tale dato ed ha pubblicato nel 2006 i risultati di un altrettanto interessante lavoro MULTICENTRICO RETROSPETTIVO a 6 ANNI (Misch CE, Steignga J, Barboza E, Misch-Dietsh F, Cianciola LJ, Kazor C.J Periodontol. 2006 Aug;77(8):1340-7. Short dental implants in posterior partial edentulism: a multicenter retrospective 6-year case series study.), confermando che l'impiego di impianti corti nei settori latero-posteriori è oggi una metodica predicibile ed affidabile, se non sussistono controindicazioni del caso. Mi sono permesso di riportare i riferimenti bibliografici solo per un eccesso di zelo: sono certo che il collega MASTRANGELO li conoscesse già in modo approfondito; forse non ha avuto modo di sottolineare questi aspetti perchè era tra i meandri del suo magazzino-impianti che suppongo essere grandissimo... Ad ogni modo, il Prof. Misch, in un eccesso di umiltà ha anche lasciato il suo indirizzo email su entrambi gli articoli per eventuali discussioni e/o chiarimenti... (info@misch.com). Infine, il Prof. Esposito ha pubblicato tra il 2002 ed il 2008 ben 12 revisioni sistematiche Cochrane sull'argomento impianti ed almeno la metà hanno chiari riferimenti alle tipologie implantari. In ogni caso, la Cochrane ha sempre concluso che NON esistono, ad oggi, evidenze scientifiche che permettano di affermare che gli impianti corti (< o = 8 mm) lavorino meglio, allo stesso modo o peggio degli impianti standard e che servono ulteriori dati clinici controllati per poter giungere a conclusioni "evidence-based". E gli studi clinici, a mio modesto avviso, nascono dalla "clinica", quella che si fa non solo nei centri di eccellenza ma anche sulla poltrona del proprio studio. Saluti a tutti ed a presto!

Rispondi

Giuseppe Cozzolino

about 10 anni ago

Caro Maro Rossi, ti ringrazio per la bibliografia che ci hai postato con tanto fervore, ma ti prego di moderare i toni nei confronti di tutti i partecipanti alla discussione. Mi piacerebbe che i commenti avessero una valenza esclusivamente scientifica, senza sconfinamenti nel personale. Sono sicuro che ci proporrai in futuro tanti altri commenti illuminanti come questo nel rispetto di quelle piccole regole non scritte dettate dal buon senso. Grazie comunque per i complimenti che fanno sempre piacere. Ti saluto.... in attesa dei prossimi commenti.

Rispondi

Anonymous

about 10 anni ago

come fa un caso a passare da superbo a mediocre con questa facilità ????!!!!! IO ho solo visto una bella gestione a 360° delle problematiche che incontriamo ogni giorno nei nostri studi. bravi.e basta.

Rispondi

Totie

about 9 anni ago

Great work.

Rispondi

Anonymous

about 8 anni ago

Si, probabilmente lo e

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Fantastic blog I enjoyed reading your info[url=http://partyopedia.com]birthday supplies[/url]

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Thanks for sharing this link, but unfortunately it seems to be offline... Does anybody have a mirror or another source? Please reply to my post if you do!I would appreciate if a staff member here at www.zerodonto.com could post it.Thanks, Alex

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Top blog, I hadn't come across www.zerodonto.com before in my searches! Keep up the excellent work!

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Greetings,This is a inquiry for the webmaster/admin here at www.zerodonto.com.Can I use part of the information from your blog post above if I provide a link back to your website?Thanks, Alex

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Hi there,This is a message for the webmaster/admin here at www.zerodonto.com.May I use part of the information from your post above if I provide a backlink back to this website?Thanks, Daniel

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

Keep posting stuff like this i really like it

Rispondi

Anonymous

about 7 anni ago

I've always liked things like sand clocks, lava lamps, and the like to good of rightful dissipate in days of yore staring at it as a formality of catharsis. In a way, it helps me with meditation, to relieve emphasis and scarcely deem about nothing. That's why since I was a kid, a substitute alternatively of dolls and cars I've eternally at ease more of such pieces like sand clocks, lava lamps, harmonious boxes etc. So I was most delighted when I establish the[url=http://www.dealtoworld.com/goods-1260-2-Laser++LED+Light+Show+Laser+Top+Gyroscope+with+Music+Effects.html] 2-Laser + LED Light Show Laser Outstrip Gyroscope with Music Effects[/url] from DealtoWorld.com under the aegis the Toys section. It's like a musical belt, a spinning better, and a moonlight divulge all rolled into one. Which is great entertainment! The gyroscope will outing representing in the air a minute. The laser explanation display with accompanying music makes this gyroscope a measure incomparable tiny that my friends have also been most amused with.My dogs are also beautiful outr?nearly the laser gyroscope I got from DealtoWorld.com. They always attend the gyroscope as it spins, although at first place they kept barking at the laser diverting dismiss accompany, and also because it produces music. But after they got worn it, they've stopped barking but due keep following the gyroscope whenever I start spinning it. Kids are also pretty amused alongside it. Occasionally it's good to maintain entertaining toys throughout the house so that you can leave the bit of frippery trifle with on while the kids are being amused or playing with it while you open to fit out food or fall heir to changed. The gyroscope is unified such fool with with this purpose.The gyroscope I bought from DealtoWorld.com has a dragon as a intent plot on it, and produces a dainty accompany with red, dispirited, and unskilled colours. Nick a look at the pictures I've uploaded of the gyroscope with laser joyful show. The music produced from the gyroscope is not that great but good enough to accommodate any new customer to the house. The gyroscope is red and jet-black, making it look very cold, and measure masculine with that dragon imprint.The music flare make clear gyroscope runs on 6 LR44 batteries, which are replaceable anyway. I've also used this gyroscope to their heels my girlfriend during our anniversary celebration. I did the cheesy chore of decorating the hotel latitude with roses and when I led her in, I started up the gyroscope as affectionately so that the laser light show produces a dreamed-up effect. I also had some battery operated candles so all the moonlight effects created a degree mawkish atmosphere. She loved it, past the style, to my relief. I also bought the candles from DealtoWorld.com. These days it seems to be my non-fulfilment shopping site for all gifts and ideas in compensation romanticist occasions.Since Christmas is coming, this laser go down make clear gyroscope can perhaps be a great Christmas gift for the toddler or even the humour! Alternatively, the gyroscope can altogether be a nice reckoning to the established Christmas decorations. I can imagine placing it adjoining the Christmas tree and perhaps spinning it when guests hit town in the house. Looks like [url=http://www.dealtoworld.com]DealtoWorld.com[/url] is getting my duty still again!

Rispondi

Lascia un commento

Lascia replica a bisatti oppure Cancella replica

Si prega di essere corretti. I commenti educati saranno apprezzati.
Gli indirizzi email non saranno pubblicati. I campi marcati sono obbligatori.